Salute
Ambiente
Sport
Società
Beni culturali
Patrimoni edilizi
Imprese
Economia
Scuola
Università
Turismo Enogastronomia Virtual
Poleis
Innovazione
Tecnologica
 
 
 HOME > società - protezione civile    NOTIZIE O Line
 

Sicurezza stradale, un corso teorico e pratico dedicato alla Terza Età

Alla Provincia di Perugia 270mila euro di finanziamenti regionali


Mille e 45 morti, 55mila feriti: è la scia che dal 2001 al 2011 ha insanguinato le strade dell’Umbria. Sono i dati ufficiali in possesso della Regione Umbria sciorinati questa mattina dall’assessore regionale Stefano Vinti durante la conferenza stampa di presentazione del progetto “Corso teorico e pratico di guida sicura per la Terza Età” per il quale la Provincia di Perugia ha ottenuto il primo posto nel bando nazionale, gestito dalla Regione “Piano della sicurezza stradale – 3°, 4° e 5° Programma di attuazione”. All’incontro con i giornalisti, che ha avuto luogo nel palazzo della Provincia di Piazza Italia, ha fatto gli onori di casa l’assessore provinciale Luciano della Vecchia e lo staff di tecnici che lo hanno affiancato nell’ideazione e realizzazione del progetto, il dottor Alessandro Vergari e l’ingegner Barbara Rossi, il direttore del Cnes dell’autodromo dell’Umbria di Magione, Roberto Papini e in rappresentanza del Cesvol (Centro servizi per il volontariato) il direttore Salvatore Fabrizio e il tesoriere Giuseppe Roberti.
Alla Provincia per questo progetto sulla sicurezza stradale sono stati assegnati dalla Regione 270mila euro. I corsi si terranno nelle sedi del Cesvol - che svolgerà anche compiti di segreteria e pubblicizzazione del progetto - di Foligno, Spoleto e Norcia con quattro-cinque lezioni di teoria alla luce delle novità introdotte nel codice della strada e una prova pratica all’autodromo di Magione. “Lo scorso anno abbiamo puntato l’attenzione sulla guida sicura per i giovani attraverso percorsi formativi realizzati in collaborazione con le scuole – ha spiegato Della Vecchia – ora il nostro sguardo si indirizza sugli over 60. Dagli studi effettuati dalla Regione infatti è emerso che gli incidenti stradali non riguardano solo i giovani o i casi delle stragi del sabato sera, ma anche gli adulti. Anche perché dopo aver acquisito la patente a 18 anni nessuno studia più il codice della strada. Ecco perché con l’ausilio degli istruttori dell’autodromo, che si avvarranno di forme innovative di didattica, organizzeremo a partire dal prossimo autunno corsi teorico-pratici di rieducazione alla guida”. Vinti si è soffermato sull’allarme sociale derivante dagli incidenti stradali con una mortalità 7 volte più alta da quella derivante da incidenti sul lavoro e 9 volte maggiore da quella da violenza criminale. “In realtà – ha sottolineato Vinti – manca una vera e propria politica nazionale sulla sicurezza stradale. Come Regione Umbria stiamo investendo sul fronte della sicurezza stradale muovendoci lungo tre direttrici: infrastrutture, formazione e interventi ad alta efficacia per ridurre il numero delle vittime. Ciò pone l’Umbria tra le cinque migliori regioni italiane con il 42% di riduzione degli incidenti”. Vinti ha inoltre annunciato che entro luglio sarà preadottata dalla Giunta regionale una legge in accordo con l’Anci affinché il 50% degli introiti derivanti dalle sanzioni amministrative propinate dalla polizia municipale venga utilizzato per la sicurezza stradale.
Per informazioni e iscrizioni ai corsi telefonare ai seguenti numeri delle sedi del Cesvol: 0742.340018 (Foligno), 0743.46426 (Spoleto), 0743.828355 (Norcia).


(26-06-2013 17:06)



 
[ stampa ]  [ archivio ]  [ home ]

Sicurezza stradale, un corso teorico e pratico dedicato alla Terza Età

In Umbria il primo Campo di volontariato del FAI

Corpo sano in bosco sano

Presentato il contest musicale “Give Your Voice 2013” organizzato dai giovani di Telethon

Il dialogo interreligioso a Perugia, un’esperienza d’eccellenza

Il Nordic Walking alla Rocca Flea