Salute
Ambiente
Sport
Società
Beni culturali
Patrimoni edilizi
Imprese
Economia
Scuola
Università
Turismo Enogastronomia Virtual
Poleis
Innovazione
Tecnologica
 
 GALLERIA FOTOGRAFICA    
1
2
3
4

A. Comacchio

Fischia il gallo.
Galli e galletti dalla tradizione popolare italiana alla produzione ceramica contemporanea

Al MUVIT Museo del Vino Torgiano (Pg). 26 Novembre 2011 – 8 Gennaio 2012

Terra, acqua, fuoco, aria: l’antica arte del fischietto sintetizza i quattro elementi, catturandone la magia, facendosi materia prima e poi suono.
Dal 26 novembre e per tutto il periodo natalizio, al MUVIT Museo del Vino Torgiano, il tradizionale fischietto a forma di gallo – diffuso in molte regioni italiane – diventa protagonista assoluto e si propone nelle interpretazioni originali e personalissime di 36 maestri della ceramica contemporanea in una mostra dal titolo “Fischia il gallo. Galli e galletti dalla tradizione popolare italiana alla produzione ceramica contemporanea”, curata da Luigi Fosca per la Fondazione Lungarotti.
Una piccola selezione di fischietti popolari di formato ridotto e 44 opere d’autore di grandi dimensioni, che si insinuano con estro e creatività nel solco della tradizione, sottolineano la vitalità di un’arte e di un soggetto dai tanti e suggestivi significati simbolici.
Il piccolo fischietto in terracotta, gioco per bambini dalla storia antichissima testimoniata da ricerche e reperti archeologici, diventa qui scultura sonora e assume le forme sempre nuove del gallo.
Elemento ricorrente nella cultura e nell’arte popolare, con la sua esuberanza il galletto è presente dai tessuti a stampa alle decorazioni ceramiche, dalle croci poste in cima ai campanili o ai limiti dei centri abitati ai marchi da pane, alle rocche per la filatura o alle stecche da busto. Simbolo virile, attributo divino, il gallo – che con il suo canto annuncia la luce – si carica di valenze complesse e ambigue e, associato al soffio e al suono acuto e festoso del fischietto, allontana ogni male, diventa strumento apotropaico, dono di fidanzamento, dispositivo magico utilizzato in pratiche terapeutiche documentate da interessanti studi antropologici.

info: 075 9880200
museovino@lungarotti.it
www.lungarotti.it/fondazione

  Altre Gallery:

Pupi Siciliani in mostra

The Frietmuseum, Belgio

Ferrari - Maserati

Vivian Maier

L’AQUILA PRIMA E DOPO

ROMA nel Cinema

LE ARMI DEI ROMANI

Le donne nella Valnerina

Coppa d’Oro delle Dolomiti

Campari 2013

Trasimeno: il Palio delle Barche

Spider-Man a Milano

OMBRE E LUCI di MANLIO VILLORESI

Novecento. Collezionismo privato

VALENTINA MOVIE

Le tradizioni di Arnaldo Caprai

CELEBRAZIONI RITIANE

Click On The Mountain

Arturo Ghergo

Novecento Siciliano

National Geographic Italia

DEBORA HIRSCH, STORIES

World Press Photo 2012

STEVE JOBS

I COLORI DEL SACRO. ARIA

L'importante è...vincere!

Steve McCurry

Perugia 1944/1970

Fischia il gallo

Italia a colori 1861 - 1935

LE NOVE PORTE

Tiger eye tour

ANNA MARIA PIERANGELI

Moda in Italia

Mostra Nazionale del Cavallo

PANINI

"VIVA L'ITAGLIA"

Ombre di guerra

Soap Kayak Race 2011

Stanley Kubrik. Visioni e Finzioni

Ferrari Challenge. Campionato 2011

Ritratti di Signore

velo

La Pesca del Tonno 1924-1931

Sibillini Eskimo

Dalla comunità alla community

Custonaci

Let the children play

Il Novecento in Umbria

GOLDEN FOOT 2010

Qatar 2022

Barcolana 2010

Umbria Jazz 2010

Festival International de Piano

La Robba

Addadanza 2010

Steve McCurry

Motor Show 2009

BB

FABRIZIO DE ANDRÉ

The World Heli Challenge

Il Palio dell'Assunta

Trofeo Fagioli

Londinesi

Lo stile dello Zar

La notte della Taranta

Marilyn Monroe

Chiquita Cup

Abbasso il grigio!

The Model as Muse

Sirio Perugia

Fantasie guerriere

UN MONDO DI SPORT

Crepax

Arup in Beijing

BALLET PRELJOCAJ

Villa Manin International 2008

Two World Records

Superheroes: Fashion and Fantasy

MC1 Supercar

Scene agresti del '900

BMW Sailing Cup 2008

The Isle of Man TT Races

Ferrari

L'Umbria degli sport estremi

Calendario Miss Italia: backstage

Il design parla italiano

Polo Cup in St. Moritz